Paolo Castelli Code

Siamo polvere di stelle

4 Novembre 2019

Talk con Penelope e il Prof. Pierdomenico Memeo

Showroom Milano 17 Ottobre 2019

La rappresentazione della natura e del cosmo è, da sempre, un possibile e stimolante terreno di conversazione tra arte e scienza. Questo il tema della conversazione promossa da Paolo Castelli S.p.A. presso il proprio flagship store in Brera.

Penelope, nome d’arte di Chiara Cocchi, artista contemporanea di origine emiliana che ha partecipato alla scorsa Biennale d’Arte di Venezia e che esporrà a novembre una sua personale al MACRO di Roma, e l’astrofisico Pierdomenico Memeo sono stati invitati ad esplorare l’intreccio tra queste discipline che dal Rinascimento ai giorni nostri accende il dialogo tra artisti e scienziati, diventando materia di discussione letteraria e filosofica.

Durante l’ “intervista doppia” arte e scienza si incontrano, confrontandosi ed esplorandosi a vicenda. Manufatti artistici e teorie fisiche sono allo stesso tempo strumenti di creazione e generatori di forme: si intrecciano e si compenetrano su più pani, ridefinendo le configurazioni e le dinamiche dello “spazio”.

I light box di Penelope danno luogo a una rigenerazione fisica ed emotiva della realtà celeste e partecipano al senso del vero e del bello che avvertiamo nella ricerca incessante per capire il mondo che ci circonda.

“Arte e Scienza hanno un linguaggio comune in grado di creare conoscenza e generare valore per la società contemporanea. Il pensiero creativo, dal design all’alto artigianato italiano, fino a quello scientifico e umanistico, sono il necessario punto di partenza per costruire identità e cultura. Il cosmo e l’infinito sono stati, negli anni, fonte di ispirazione per alcuni dei masterpieces della nostra collezione come il tavolo Mars e lo chandelier Allure. Ritengo quindi che sia un dovere, oltre che un privilegio, per un’azienda che si occupa di design e ricerca mettersi in gioco, partecipare e confrontarsi quotidianamente con il mondo dell’are così come quello scientifico”. Paolo Castelli