Uffici

Paolo Castelli Headquarter, Ozzano dell’Emilia BO

Le motivazioni che hanno reso necessario la realizzazione un nuovo Headquarter sono da ricercarsi nello sviluppo costante che in questi ultimi anni la Paolo Castelli ha conseguito, consolidando importanti risultati, in controtendenza con i principali indicatori macroeconomici internazionali.

La sede di un azienda è il luogo operativo e di rappresentanza , la “casa” dell’ Impresa, e per una realtà come la Paolo Castelli protagonista nello scenario del General Contract è stata anche l’ occasione di organizzare le proprie competenze professionali , e orientarle al meglio verso un ambizioso progetto, che ha contribuito a rafforzare la Brand Identity Aziendale. L’ impegno generoso, e l’ entusiasmo che hanno accompagnato gli sforzi dell’ azienda per realizzarla sono stati ampiamente ripagati dal risultato ottenuto.Il progetto architettonico del Headquarter è stato realizzato dallo Studio Cervellati, la proficua collaborazione tra le risorse professionali dello studio con lo staff della Castelli è sicuramente uno dei fattori critici di successo della realizzazione.Complessivamente  l’intervento ha riguardato il recupero e la rigenerazione di un Polo Industriale in disuso, al quale appartengono attualmente importanti Imprese del Territorio Bolognese. Nato alla fine degli anni 60 come centro manifatturiero del tessile e più volte ampliato. La caratteristica del edificio, è la copertura curva dei Capannoni, i quali sono orientati intorno ad un cortile interno, creando un’ aggregazione volumetrica molto articolata.

La nuova destinazione a spazi di rappresentanza e area lavoro per l’azienda Paolo Castelli, ha richiesto una profonda trasformazione delle aree, mantenendo e rivalutando i connotati  industriali del luogo, esaltando gli ampi vani interni inondati da luce naturale. La sfida è stata quella di realizzare gli interni con la funzione di riscoprire ed enfatizzare i caratteri produttivi del sito manifatturiero, e creando simultaneamente suggestivi contrasti tra finiture prettamente Industriali. Come  la resina dei pavimenti , di alcune aree, il mantenimento delle coperture curve dei capannoni in cemento, gli impianti di areazione a vista, contrastano in un equilibrio armonico di suggestioni, con i divisori in legno di rovere naturale e vetro, il pavimento in legno degli uffici.Oltre alle finalità estetiche sono stati perseguiti  nelle fasi di progettazione e di realizzazione tutti i requisiti che rendono confortevole e stimolante l’ambiente di lavoro. Fulcro dell’ intervento è sicuramente la grande “Piazza”, un moderno Open Space che ospita la parte operativa dell’ azienda, che si sviluppa attorno ad un grande Auditorium centrale in rovere, che riproduce il concept “della casa dentro la casa”.

L’idea della Casa nella Casa rappresenta un autorevole contributo al discorso architettonico teorica. Oswald Mathias Ungers ha sviluppato questo concetto in modo esemplare nel suo progetto per il Museo di Architettura di Francoforte, a metà degli anni 80, che è diventato così un paradigma per la modernizzazione di edifici esistenti per creare una sorta di Ars combinatoria, ovvero la possibilità di simboleggiare i concetti in segni geometrici. L’Auditorium è adibito alle presentazioni e agli incontri.Completano gli spazi della sede prestigiosi uffici direzionali in legno e vetro, e un elegante e accogliente Show room dove sono esposte le novità che costantemente vivacizzano le nostre collezioni, e l’elegante cortile interno sul quale sono orientati le coperture dei capannoni.Merita menzione un volume sospeso in Alucobond rosso, con il logo dell’ Azienda, che simultaneamente funge da ingresso e da richiamo visivo per l’ intera area esterna consolidando la Brand Identity Aziendale. Un gigantesco biglietto da visita esterno, in elegante armonia con l’ambiente che lo ingloba, che non passa inosservato e consente di individuare l’ azienda con grande facilità.